E ora un articolo leggero…

…perché faccio fatica ad accettarmi come pesantona e seriosa. Lo so dovrei combattere queste difese, ma è più forte di me… mi piace anche sorridere!

E quindi… ta daaaaaaa… stasera “grande” esperimento culinario:

ieri ho impastato la pizza a lunga lievitazione. Ho preso un po’ di ricette in giro, qua e là, e al solito ho deciso di fare di testa mia. Per l’occasione ho trovato una farina 00 adatta (ma voi lo sapevate che esiste persino la Manitoba 00????), con valore delle proteine pari a 13,5 (in una ricetta dicevano di trovare una farina con proteine tra 13 e 14… ma non me ne intendo molto… però, visto che non posso usare ne farina 0 ne quella di grano duro, perché non provarci?). Ieri ho fatto l’impasto (grazie impastatrice <3), l’ho lasciato lievitare a temperatura ambiente per 3 ore abbondanti, poi l’ho separato in 4 panetti, messi in frigo, coperti. Oggi alle 16 tirerò fuori tutto e lascerò che l’impasto torni a temperatura ambiente. Poi mi obbligherò a non usare il mattarello… impresa ardua mi sa :P… e vedremo che succede!

Certo… se il risultato sarà pessimo darò la colpa al forno, d’altronde in tutti i post seri che ho letto si dicono solo peste e corna del forno casalingo. Ma io un forno a legna o un fornetto per la pizza (di quelli rotondi, che vendono da qualche anno) mica ce l’ho!

Domanda: ma voi davvero la mozzarella la mettete verso fine cottura, e non da subito? Io non ci riesco, è più forte di me…

DIMENTICAVO, per chi fosse interessato, ieri ho testato il pesto di zucchine nichel free, e devo dire che è un’ottima alternativa! Ho preso anche lì un po’ di ricette, e provato a fare di testa mia… l’unica cosa è che di pesto non c’è praticamente nulla, specie se considerate che non ci ho messo nemmeno il formaggio perché né a me né a mio marito piace ;P (lo so, lo so, ieri un mio amico mi ha detto “ma non si sente”, eh già, e in effetti il pesto – in scatola – sempre mangiato… ma se proprio non ce ne abbiamo in casa, che faccio me lo invento? ;P)

Comunque alla fine è diventato un pesto di zucchine vegano e nichel free ^^!

Ingredienti:

2 zucchine; olio q.b.; una punta d’aglio, un cucchiaio di pan grattato nichel free, un po’ di semi di zucca, sale e pepe q.b.

Procedimento:

allora, per prima cosa ho preso le zucchine (lavate e mondate) e le ho tagliate a cubetti piccoli. Poi le ho messe in uno scolapasta con un po’ di sale perché sgocciolassero la propria acqua. Nel frattempo ho messo nel mixer una punta d’aglio (a cui ho tolto l’anima, perché non sempre lo digerisco bene, e attenzione che non tutti gli allergici al nichel lo tollerano), mezza manciata di semi di zucca, un cucchiaio di pan grattato (fatto da me), pochissimo sale e ho coperto tutto con un filo d’olio. A quel punto ho frullato tutto. Poi ho aggiunto le zucchine e un altro po’ di olio, e ho rifrullato il tutto insieme. Ho assaggiato per aggiustare di sale (e pepe se volete), e ci ho aggiunto qualche altro seme di zucca (ne avevo messi davvero pochi perché sono molto saporiti) e frullato un’ultima volta.

IMG_20140917_200247

La consistenza mi pareva giusta, così non ci ho fatto altro. Ho cotto delle trofiette, ho aggiunto un po’ di acqua di cottura al pesto, ho scolato la pasta e l’ho condita…Pronto!!!!

IMG_20140917_200251

Di certo è risultato molto delicato, ma vi assicuro che a me e a mio marito è piaciuto, soprattutto finalmente qualcosa di diverso dal solito e veloce da preparare!

IMG_20140918_131132

Bene, doveva essere un post breve, allegro e strampalato (al solito)… ma di breve nemmeno questo ha nulla, non ce la posso fare… Ci riproveremo con il risultato pizzoso!

 

Informazioni su ophelia76

...chi sono? Non lo so, so solo che la follia che c'è in me non si spegnerà mai. Ed è proprio lei che mi permette di "sentire", anche se forse non andrò mai (davvero) bene per questo mondo. Chissà.
Questa voce è stata pubblicata in cucina, foodblogger, me, passioni, pizza e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...