è ora di rimboccarsi le maniche… ma anche di fare il “cambio armadi”.

Day 2

Eh, già. Perché anche oggi niente lavoro in arrivo dall’altra parte dell’oceano. E pur provando a scrutare l’orizzonte, non vedo segni di vita sul filo dell’acqua, nemmeno col binocolo.

Perciò è ora di rimboccarsi le mani e darsi da fare. Lo so, stanotte mi è arrivata una mail dicendo che dell’altro lavoro c’è, ma non mi piace vivere sugli allori. Per cui, sempre stanotte (perché oltre che confusionario, sono un animale notturno… come i miei adorati miciottoli) ho ripreso in mano curriculum, portfolio, indirizzi papabili e qualcosa ho scritto.

[ Ah, ieri alla fine ho pure stirato e mentre stiravo ho finalmente guardato Maleficent (lo so, non è proprio proprio il film più recente che ci sia!) e devo dire che mi è piaciuto. Non amo particolarmente la Jolie, ma alla fine sono una “romanticona” quando si tratta di film, e ci ho lasciato pure la lacrimuccia! Ma come siamo messi… E prima che chiuda questa – ennesima – parentesi, per gli appassionati di serie tv, mi hanno consigliato la serie Sense8, ho cominciato a guardarla, ho “costretto” mio marito a farmi compagnia, e ora ce ne siamo appassionati. La mia natura mi spingerebbe a guardare tutte le puntate di fila, ma sono troppo poche e ho paura che poi mi mancherebbe avere qualcosa da vedere che mi appassiona (vi è mai successo, soprattutto con i libri, di amarne talmente tanto uno da avere paura di arrivare alla fine?), perciò centellino… e il fatto che debba essere presente – e sveglio, ehehe – pure mio marito, mi aiuta nel guardare questa serie un poco alla volta. In ogni caso, io la consiglio… è strana, e forse per questo mi piace, e interessante. Ma soprattutto, sono curiosa di vedere dove andrà a parare. D’accordo: fine della parentesi.]

E così oggi mi alzo, mentalmente penso a cosa fare o non fare (la famosa spesa? rimettermi a leggere tutte le pagine di Safari lasciate aperte su argomenti quali “traduzione”, “self-publishing”, “lgbt” (vorrei tradurre romanzi lgbt, o forse, come in un commento che ho letto una volta in un blog americano, romanzi “normali” in cui le persone sono “normali” e quindi sia eterosessuali che omosessuali, com’è nella vita vera. Non è così?), case editrici varie, collaborazioni, blog, offerte di lavoro in cui serva l’italiano. Insomma… anche dentro a un computer riesco a creare il caos, e ci sguazzo pure bene. E oltre a tutto questo, riprendere in mano un testo irlandese che amo molto, non pubblicato, e che sto traducendo per conto mio. E che naturalmente ho già cominciato a proporre a qualche casa editrice, ma purtroppo finora non ho avuto fortuna. Vabbeh, mica devo demordere per questo, no?

E invece Memole ha la febbre, di nuovo. Memole è l’ultima maomao arrivata, sta qui da un mesetto (lei ne ha 4) e quando è arrivata era minuscola, per un difetto di crescita. Ora mangia come un lupo (e non sapete che lotte devo fare con gli altri 3, dal momento che a causa di Morfeo, il gigante, sono tutti a dieta!) e mi sembra già molto più grande. Anche se pesa poco più di un chilo, la piccolina. E in queste ultime settimane ho stretto amicizia con la mia veterinaria… primo perché Muffin (l’altro arrivato, che ora vive molto felicemente con mia sorella) si è scoperto avere la leucemia felina. Per fortuna sta bene, e abbiamo risolto tutti i problemini che aveva, ma la sua salute resta un terno al loto. Teniamo le dita incrociate, sempre. E poi Memole… che ha preso non so che sorta di influenza, e poi l’ha passata a Morfeo, e ora che sembravano stare tutti bene, beh, ce l’ha di nuovo. Ma voi avete mai provato a dare l’antibiotico a un gatto peperino? Spero di voi per noi… insomma metà mattina l’ho passata a prepararmi, lanciarmi dal veterinario, e farmi graffiare per dare l’antibiotico alla signorina. Per fortuna che alla fine ce l’ho fatta… e, vi prego, ditemi che sette giorni passeranno in fretta! Non vorrei restare del tutto senza mani!

Vi lascio qualche foto della piccola peste malatina, così capirete come siamo finiti ad avere quattro gatti…

Memole1

Memole… che mi aiuta a lavorare

Memole 2

…con uno sguardo così, mica mi potete lasciare in un gattile, no?

E ora, dopo avervi annoiato con le piccolezze quotidiane che mi succedono, e che in fondo costituiscono il 90% della nostra vita, almeno secondo me, rieccomi qui. Ho letto un po’ delle mille pagine aperte, ho preso il libro da tradurre e poi proverò a ripartire con una nuova pagina, ho destinato al “dopo pranzo” il cambio armadi. E speriamo sia veloce, e indolore. Tanto lo so che, come ogni anno, finirò sommersa di vestiti, tutta sudata a forza di provarmi qualsiasi cosa, e con borse di roba da portare alla Caritas o a qualche altra associazione. Sono almeno un paio d’anni che faccio così… ma allora perché non si riduce mai il contenuto del mio armadio? Di sicuro ci sono dei folletti che combinano qualcosa di strano là dentro, e forse me li sono portati a casa da uno dei miei viaggi nella mia adorata Irlanda. Chi lo sa?

Va bene, vi saluto. Oggi non ho voglia di tristezze, altrimenti vi avrei raccontato altra rabbia e vuoto provato ieri sera, anche se non per me. E proprio per questo, ancora una volta non rileggerò questa bozza. Lo so, mi scavo la fossa da sola a farlo, ma tant’è non credo mi leggano in molti. E chi lo fa, forse sopporterà questo fiume di parole che mi rappresenta.

E adesso, beh, magari lo mando davvero un curriculum al bar dei gatti di New York, loro dicono che cercano… e io mi ci sogno già lì dentro, fanno persino lezioni di yoga insieme ai gatti!

Annunci

Informazioni su ophelia76

...chi sono? Non lo so, so solo che la follia che c'è in me non si spegnerà mai. Ed è proprio lei che mi permette di "sentire", anche se forse non andrò mai (davvero) bene per questo mondo. Chissà.
Questa voce è stata pubblicata in animali, futuro, lavoro e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...